FOTO - in RUSSIA .biz

La 'PROXY WAR' in Ucraina tra USA e Russia

Che cos’è che sta avvenendo realmente in questi giorni in Ucraina? Devo confessare che certamente io stesso, se non avessi avuto la fortuna di vivere e lavorare sia a Kiev, che Mosca, che Sebastopoli, mi sarei fatto un’idea molto semplice e lineare, la stessa identica che ha la stragrande maggioranza della popolazione in occidente, ne più ne meno.
 
Cosa ci hanno fatto credere:
 
  1. Yanukovich era un tiranno
  2. Yanukovich rappresentava in Ucraina nient’altro che il potere di Mosca
  3. Il movimento nato a piazza Maidan è un movimento spontaneo e democratico di popolo che chiede solamente libertà, eguaglianza, diritti, Europa.
  4. Il Governo nato a Kiev dopo la rivoluzione di piazza Maidan è giustamente riconosciuto come legittimo perché manifestazione della volontà popolare.
  5. La polizia ucraina ha eseguito azioni di repressione e crimini contro l’umanità nei confronti del popolo in rivolta.
  6. Il referendum in Crimea non è valido perché non previsto dalla costituzione ucraina e perché è una farsa voluta dall’invasore Russo.
  7. La Russia è una potenza aggressiva, con un regime dittatoriale in cui si perseguitano gli omosessuali, si incarcerano tutti gli oppositori, non esiste libertà di stampa.
  8. A questo punto l’Occidente (USA) è legittimato a qualsiasi azione di ritorsione nei confronti della Russia in difesa della democrazia e sovranità territoriale ucraina violata.
  9. Alle Nazioni Unite sono tutti d’accordo con gli USA tranne la sola Russia che rimane isolata.
 
Cosa NON ci hanno detto:
 
  1. Yanukovich è stato eletto dal popolo ucraino con regolari elezioni certificate dagli osservatori occidentali. Era già stato eletto nel 2004 ma la ‘rivoluzione arancione’ lo aveva costretto a rinunciare alla Presidenza perché accusato di brogli elettorali mai in realtà dimostrati. La seconda volta l’elezione è stata fatta certificare per cui nessuno ha potuto contestarla.
  2. Yanukovich rappresentava in Ucraina certamente interessi oligarchici di parte e filorussi, ma rappresentava anche una metà della popolazione di fatto russa, russofona o comunque delusa dall’esperienza fallimentare della rivoluzione arancione. Il nuovo Governo di Kiev invece da chi è composto e chi rappresenta esattamente?
  3. Il movimento di piazza Maidan è finanziato da più di 10 anni dagli Stati Uniti in maniera del tutto palese e sfacciata, non solo, l’intelligence americana lavora in prima persona in territorio ucraino per formare quadri capaci di indirizzare le masse potenzialmente rivoltose, che pure esistono, ma che da sole non saprebbero come muoversi. Tra questi quadri molti sono di estrema destra ed adottano metodi di estrema destra, assolutamente e volutamente improponibili per le minoranze filo-russe che non possono non rivoltarsi o temerli.
  4. Il Governo nato in piazza Maidan NON doveva essere riconosciuto dall’Occidente perché nato in violazione di tutte le regole di diritto sia internazionale, sia costituzionale interno ucraino, nonché in violazione degli accordi appena presi e fatti sottoscrivere anche a Mosca pochi giorni prima della rivolta finale. In effetti il Governo ucraino ora è composto in buona parte da neofascisti impresentabili con i quali non si capisce come farà l’Europa a dialogare sul serio. Riconoscere un Governo nato in questo modo per altro costituisce un precedente pericolosissimo per le stesse democrazie occidentali. E se domani capitasse a noi? Che facciamo ci mettiamo a riconoscere i governi nati dai golpe anche senza elezioni?
  5. La Russia ha chiesto una commissione di inchiesta per verificare i fatti di piazza Maidan e le cause di tante morti. Esiste il sospetto, sempre più fondato, che i cecchini che hanno sparato sulla folla non fossero sotto il comando della polizia ma infiltrati e provocatori ancora non meglio identificati. Suona propaganda, certo, appunto varrà la pena istituirla questa commissione di inchiesta, o no?
  6. La Crimea godeva dello status formale di ‘Repubblica Autonoma di Crimea’, aveva un proprio Parlamento ed un proprio Governo, una popolazione di quasi il 60 % di russi, storicamente non è stata mai ucraina se non dopo la donazione di Krusciov fatta dicono da ubriaco e comunque quando la differenza tra Russia e Ucraina era irrilevante perché tanto erano entrambe sotto l’URSS. L’obiezione che il referendum non è riconosciuto perché non previsto nella costituzione ucraina non vale perché se per quello, la costituzione ucraina neppure prevede che i Governi in ucraina si formino nel modo in cui si è formato l’ultimo in piazza Maidan con le Molotov in mano. Inoltre fino a ieri il Diritto internazionale aveva sempre sostenuto il principio di autodeterminazione dei popoli (vedi ex Jugoslavia) non si capisce perché questo principio ora debba valere per tutti ma non per la Crimea.
  7. Sì è vero, la Russia possiede una democrazia piuttosto primitiva ed ancora in formazione, il potere è nelle mani di pochi oligarchi, c’è una pessima redistribuzione del reddito, la gente vota sempre gli stessi perché le alternative sono scarse e c’è una fortissima corruzione ed un chiaro controllo dei media, … ma …. ma… ? Quale dittatura? Sono vent’anni che i russi scelgono Putin e allora? Noi per 40 anni Andreotti e 20 Berlusconi e allora? Gli americani sono stati capaci di scegliersi persino il Busch junior e quindi? Qualcuno ha avuto qualcosa da ridire? Scelgono Putin perché gli da fiducia e perché più antipropaganda fanno gli occidentali e più lo sentiranno come difensore della Patria. Gli omosessuali sono perseguitati in Russia? Ma dove? C’è solo una legge che vieta la propaganda omosessuale, cosa ben diversa. Per il resto nel mondo dello spettacolo sono oramai quasi tutti dichiaratamente e orgogliosamente omosessuali, tra l’altro rispettati dall’opinione pubblica come da noi. Regime dittatoriale perché hanno rinchiuso le Pussy Riot? la stessa propaganda che ci fa credere che le Pussy Riot siano delle eroine è quella che non ci spiega che la basilica di Cristos Spassiziel che loro hanno violato a Mosca corrisponde al nostro San Pietro, e provate voi a fare un balletto svestite a San Pietro di fronte al Papa per protestare contro la politica occidentale e poi vediamo se non passate dei guai. Parliamo noi di repressione quando abbiamo avuto la scuola Diaz a Genova durante i G8? Vogliamo parlare della Politkovskaya ma non di Mino Pecorelli, Giovanni Spampinato, Peppino Impastato? No, la Russia è un paese imperfetto con una democrazia imperfetta come tante altre democrazie anche occidentali, la differenza la fa la propaganda che ci impone di vederla come il nuovo nemico proprio quando andarci a cercare nemici (sopratutto potenti) è l'ultima cosa di cui avremmo bisogno noi europei in questo periodo storico.
  8. Gli USA sono autorizzati dalla comunità internazionale ad azioni di ritorsione? Sono loro stessi che si autorizzano da soli. La comunità internazionale prende nota e subisce, soprattutto l’Europa, la politica che le viene imposta. Perché? Gia, perché l’Europa non ha una sua politica?
  9. Dopo anni di teorie sull'autodeterminazione dei popoli, oggi, il Consiglio di Sicurezza dell’ONU si rimangia tutto. Addirittura la Cina si è astenuta dalla risoluzione sul referendum in Crimea, motivo? Ideologico? Di diritto? No, molto più pratico. La Cina ha il Tibet, come pensate possa essere a favore di una indipendenza o annessione della Crimea se poi deve difendere lo status quo del Tibet? Infatti, se avete fatto caso, fino a poco tempo fa era in atto una aggressiva campagna propagandistica contro la Cina per via proprio del Tibet, adesso è già parecchio che del Tibet non se ne parla più, e vedrete adesso se ne parlerà anche meno, perché? Perché adesso il Tibet è indipendente? Certo che no, perché adesso non fa più comodo e non paga la propaganda contro la Cina, paga la propaganda contro la Russia. Non pensiate però che la Russia non abbia i sui alleati e che in caso di guerra fredda totale rimarrà isolata, a chi converrà il gioco di forza? Solo agli Stati Uniti isolati ed al sicuro dall’altra parte dell’oceano, ovvio, non certo a noi europei.
 
Cos’è quindi che sta succedendo veramente?

Semplice, è in atto una proxy war. Una proxy war non è altro che una guerra per procura o guerra a distanza. USA e Russia sono troppo potenti per potersi scontrare direttamente, una guerra nucleare annienterebbe entrambi, per cui se la giocano su campi terzi usando paesi terzi e facendo ai popoli di questi scontare le proprie controversie che di solito hanno poco di ideologico ma molto di economico, strategico, politico. Di proxy war ce ne sono state tante durante la guerra fredda, ma altrettante ne stiamo vedendo negli ultimi anni. Addirittura esistono delle teorie che indicano il primo eclatante atto di proxy war la bomba atomica su Hiroshima. Non vi era in effetti alcuna necessità di utilizzare quell’arma, il destino del Giappone era già segnato, tuttavia dovette sembrare agli americani una buona idea mostrare a Stalin la propria potenza nucleare in previsione futura. Ma non parliamo di tutte le proxy war del passato più o meno dimostrabili, parliamo dell’Ucraina. E’ in atto una guerra di informazione, anzi disinformazione e propaganda, (sia da una parte che dall’altra intendiamoci) per fini politici, economici, militari.
Il problema è che questi fini politici, economici, militari, (quali che possano essere, non sono neppure tanto chiari) non sono i nostri, noi siamo solamente i proxy, cioè gli intermediari, il terreno di scontro che assorbirà e dovrà gestire lo scontro a distanza tra i due contendenti e che non avrà nulla da guadagnare dal contenzioso in ogni caso.

Cosa dobbiamo aspettarci nei prossimi anni?

Difficile dirlo, ovviamente, io però voglio permettermi di lanciare due ipotesi estreme:
Prima ipotesi
  • Il mondo diverrà un prolificare di proxy wars e di propaganda. I tentativi di manipolazione delle nostre menti aumenteranno in maniera esponenziale. Finiremo per pensare esattamente quello che sarà stato programmato che noi dovremo pensare, voteremo esattamente quello che ci verrà chiesto di votare, faremo esattamente quello che ci si aspetta da noi e la Storia verrà creata in laboratorio da pochi oligarchi utilizzando semplici algoritmi statistici. L’intero pianeta tornerà a dividersi in due soli blocchi come durante la Guerra Fredda e verrà utilizzata la ‘democrazia’ quale finta discriminante ideologica per nascondere invece contrapposizioni puramente territoriali e, soprattutto, economiche.
Seconda ipotesi
  • L’esperimento dei ‘proxy’ e della propaganda fallirà perché l’opinione pubblica riuscirà a difendersi organizzandosi in gruppi di ‘resistenza intellettuale’ che riusciranno a non farsi permeare da alcuna propaganda di parte e riusciranno al contrario a mediare ed impedire la creazione dei due blocchi. A quel punto l’ordine mondiale così come lo conosciamo oggi imploderà su se stesso e le democrazie di tutto il mondo, esaurito lo strumento della propaganda, saranno costrette a gettare nuove basi ed evolversi dal momento che le masse, una volta acquisita autocoscienza, non saranno più gestibili come prima.
A.Trovato - 16 marzo 2014

Foto, links, widgets e info per conoscere meglio la Crimea

SUDAK002.jpg
Fortezza genovese di Sudak
Х.Базилика.jpg
Zona archeologica della colonia greca di Chersones (Sebastopoli)
Бал.выход.jpg
Fortezza genovese di Cembalo e Baia di Balaklava
01Ласточкино М.jpg
Castello 'Nido delle rondini' - Yalta
Фиол2.jpg
Spiaggia di Fiolent
ПЗК 3.jpg
Sebastopoli - monumento alle navi affondate

Links utili

linkdenominazione originale descrizionegenere
InfoSevastopol Информационный Севастополь Tutto su Sebastopoli (webcam, carte, servizi) Info
MeteoProg MeteoProg Previsioni meteo ucraine specifiche per città Meteo
AccuWeather AccuWeather Forecast Previsioni meteo internazionali Meteo
RusRadio Русское Радио Украина Radio ucraina in lingua russa Radio
Pagoda META Погода Previsioni meteo ucraine specifiche per regione Meteo
       
       
       
       
ora locale
Ф.ц.Форос ж.jpg
Cattedrale sulla rupe di Foros
Юб.Капчик.jpg
Costa sud - zona Kapcik
sfondo1.jpg
Burrasca
Фи.Тройка Г.jpg
Costa sud - zona di Fiolent
фи Грот пена.jpg
юб Хамелеон.jpg
02Sebastopoli.jpg
Фи лучи.jpg